Mario Dondero

Mario Dondero nasce a Milano nel 1928, da padre genovese e mamma milanese. Viene considerato oggi uno dei più importanti fotoreporter italiani del Novecento.


Appena sedicenne si arruola nelle fila della Brigata Cesare Battisti della Val d’Ossola e sarà proprio l’esperienza della Resistenza a far germogliare quell’amore per il vero che caratterizzerà tutta la sua produzione fotografica.
Nel mondo dei giornali comincia in veste di cronista di nera, e solo in seguito, un po’ per caso un po’ su consiglio di un vecchio amico, inizia ad apprendere i rudimenti della fotografia.
Dagli anni ‘50 realizza reportage per “L’Unità”, “Le Ore”, “L’Avanti” e “Milano Sera”, attestandosi come uno dei più originali rappresentanti del fotogiornalismo contemporaneo.
Si definisce “ansioso di sole e libertà” quando gli chiedono cos’è per lui il fotografare; da Parigi, Roma e Milano e la difficile Europa del dopoguerra, ai recenti viaggi a Cuba e in Afghanistan per Emergency di Gino Strada, la sua arte si fa testimonianza visiva e sguardo lucido di storie, persone e avvenimenti storici da sessant’anni a questa parte.

Più un “poeta del reportage” che un fotoreporter, più affezionato al momento che alla tecnica: per Dondero la fotografia (esclusivamente analogica, precisa, e non per pregiudizio ideologico) deve narrare, farsi testimonianza civile, documento del presente. Celebre il suo scatto che per primo ritrae la caduta del muro di Berlino.
Del secolo passato ha immortalato non solo i “momenti” ma anche artisti e personaggi che sarebbero poi passati alla storia: Maria Callas, Pier Paolo Pasolini, Samuel Beckett, Jean-Paul Sartre, Alberto Moravia

Conosce le Marche per la prima volta durante il servizio militare a Falconara Marittima, subito ne rimane affascinato. Ci tornerà molti anni più tardi per una mostra personale nel fermano e sarà quello l’incontro decisivo. Dal ‘99 vive a Fermo con la moglie, quest’ultima entusiasta della biblioteca cittadina e lui cullato dal “vento gioioso che vi spira”.
Nonostante i suoi “vent’ anni ripetuti quattro volte” sembra non abbia nessuna intenzione di appendere la macchina fotografica al chiodo, tuttora collabora con il quotidiano “Il Manifesto, il settimanale “Diario” e il “Venerdì di Repubblica”.

 

Ultime mostre nelle Marche:

  • Macerata – Accademia di Belle Arti “I-Mode Visions 2006 – PlayBeckett
  • Falconara Marittima – Centro cultura Piero Pergoli “Mario Dondero – Scatti per Pasolini
  • Macerata – Galleria dell’Accademia di Belle arti e Teatro Lauro Rossi “Ontologica 1958-2008
  • Civitanova Marche – Cartacanta festival-expò Graphicfest Mostra “I Rifugi di Lenin

Seguici su Twitter

  • ...loading...

Seguici su Facebook

Realizzato col contributo di...

© Mare del Piceno
Tutti i diritti riservati