I protagonisti dell’Open Sea Festival 2012

L’Open Sea Festival è alle porte: musica, mare e teatro nella tre giorni sambenedettese dedicata all’arte sperimentale.
Di Capossela e del rebetiko abbiamo già parlato, dello spettacolo itinerante di Edoardo Ripani a bordo di un bus ne parleremo, ma da domenica 5 a martedì 7 agosto saranno anche altri i protagonisti del teatro italiano.
Qualche cenno sui fantastici sei:

 

Alessio Boni
 Si diploma nel 1992 all’Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio D’Amico, ma debutta già nell’88 come protagonista di fotoromanzi, prima di diventare poliedrico attore di teatro e di cinema. Nel 2005 gira il film La bestia nel cuore, diretto da Cristina Comencini, che viene candidato all’Oscar nel 2006 come miglior film straniero, e vince il Globo d’Oro come miglior attore rivelazione per il film Quando sei nato non puoi più nasconderti, sempre di Giordana. Aprirà la prima serata dell’Open Sea con il “Canto degli esclusi – concertato a due per Alda Merini” insieme a Marcello Prayer. Lo spettacolo è previsto per le ore 21,30 all’Area Portuale di San Benedetto del Tronto.

 

Marcello Prayer
 Esordisce al Piccolo Teatro di Bari nel 1984 e da lì inizia la lunga carriera teatrale. Porta sul palco Eliot, Dante, Shakespeare ed Omero.
Approda al cinema nel 2003 partecipando a La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana e, con lo stesso regista e Alessio Boni, a Quando sei nato non puoi più nasconderti (2005).

 

 

Tindaro Granata
 Il suo percorso teatrale inizia nel 2002 con Massimo Ranieri e lo spettacolo “Pulcinella” (regia di Maurizio Scaparro). Non ha alcun tipo di formazione accademica, eppure calca il palco con la disinvoltura di un Enrico IV e la spavalderia fiabesca del gatto con gli stivali.
Lui e la sua Antropolaroid  hanno vinto nel 2011 il  “Premio della Critica” assegnatogli dall’Associazione Nazionale Critici Teatrali e saranno a San Benedetto del Tronto domenica 5 agosto al Teatro Concordia, ore 23 e 30.

 

Michele Riondino
 Nasce a Taranto nel ’79 e sin da piccolo si appassiona alla musica e al teatro. Dal 2003 al 2005 è il protagonista della fiction televisiva Distretto di Polizia, mentre al cinema lavora con Daniele Vicari (Il passato è una terra straniera, 2008) e Valerio Mieli (Dieci inverni, 2009).
The fool on the hill è la “storia minima dell’uomo che uccise i Beatles” e, insieme a Riondino, martedì 7 agosto all’Area Portuale ci saranno una chitarra e un quartetto d’archi.

 
Valeria Raimondi ed Enrico Castellani
 Fondano nel 2005 Babilonia Teatri, compagnia che prende il nome da un progetto sulla guerra in Iraq, Babilonia Cabaret.
A loro è affidato l’ultimo appuntamento con l’Open Sea: martedì 7 agosto porteranno in scena al Teatro Concordia “The end”, una riflessione sperimentale e poco mainstream sulla morte (Premio Ubu 2011 migliore novità italiana/ricerca drammaturgica).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *