Samb-Bayern Monaco, storia di un’amicizia nata in curva nord

Cosa hanno in comune il pontefice emerito Joseph Aloisius Ratzinger e l’Oktoberfest, l’imponente fiera della birra che si tiene ogni anno a Monaco di Baviera? Ad entrambi si può pensare con religioso rispetto, certo, anche se per motivi totalmente differenti e che nel secondo caso nulla hanno a che fare con la religione vera e propria, seppure l’elevato consumo di alcol possa condurre alcuni a deliri mistici. Nei fatti è la provenienza che li accomuna: lo stato federato tedesco (Land) meglio noto come Baviera.
Baviera, Riviera; non è una rima di poco conto, vista la strategia di promozione turistica, presentata in conferenza stampa il 7 marzo, che verrà a breve attuata dall’Associazione Albergatori Riviera delle Palme e BeeLab. Lunedì 11 marzo si è tenuta infatti la presentazione ufficiale di San Benedetto del Tronto al ristorante Gutshof Menterscwaige di Monaco alla quale è seguita l’inaugurazione di un sito web dedicato per intero a promozioni turistiche mirate alla popolazione bavarese.
Si è deciso di focalizzare l’attenzione proprio sulla Baviera a partire da accurate analisi della domanda e dei flussi turistici, da cui è emerso un crescente interesse verso la riviera marchigiana e San Benedetto in particolare, non a caso: esiste infatti un patto d’amicizia che lega Monaco di Baviera alla nostra città, un gemellaggio fra la tifoseria del Bayern Monaco e quella Sambenedettese che negli anni ha portato ad amichevoli trasferte. 

Tutto è nato il 26 marzo del 2005, in occasione del match di campionato Samb-Napoli. Il movimento ultras tedesco aveva già cominciato ad appassionarsi alle curve italiane, sia a quelle da serie A che alle realtà minori con un buon seguito di tifoserie. Quest’ultimo era, ed è tuttora, il punto forte della squadra di casa nostra. Giunse così a San Benedetto del Tronto per dare man forte ai cori – e ai cuori – dei nostri tifosi, un drappello di ultras dell’ F.C. Bayern Monaco.
Da quel giorno, grazie anche ad un ultras sambenedettese che padroneggia la lingua tedesca, si instaura dapprima un’amicizia e poi un gemellaggio.

I tifosi del Bayern, in particolare il gruppo Schickeria, hanno seguito la Sambenedettese in molti appuntamenti in casa, in trasferta (a Cava dei Tirreni, Reggio Emilia, Pescara) e dal 2008 sono sempre presenti al torneo in ricordo della morte di Luigi Coccia, in arte Tamburello, tifoso storico della Samb. 

La tifoseria sambenedettese, da parte sua,  non è mai mancata alle partite più importanti. Basti citare, tra tutti, i due match di Champions League: il 7 aprile 2010 Manchester-Bayern (terminata 3 a 2 per il Manchester) e la finalissima del 22 maggio dello stesso anno, Inter-Bayern (vinta 2 a 0 dal club milanese, con doppietta di Milito). Ogni anno, inoltre, molti ultras nostrani partono alla volta della Germania cercando di far coincidere una partita del Bayern con la più grande fiera del mondo, l’Oktoberfest.

Sono stati centinaia i tifosi tedeschi che negli ultimi sette anni hanno trascorso le vacanze in Riviera, a dimostrazione della solidarietà e della passione che l’universo calcistico – quello buono – può portare con sé. Un sodalizio che dal caloroso mondo del calcio è approdato alle nostre spiagge, e spera di tornarci.

 

Seguici su Twitter

  • ...loading...

Seguici su Facebook

Realizzato col contributo di...

© Mare del Piceno
Tutti i diritti riservati