Beach soccer: regole e competizioni

Il beach soccer (in italiano “calcio da spiaggia”) è un gioco simile allo sport del calcio, la cui caratteristica principale è il campo da gioco: la sabbia.

Nato in Brasile, dove è attualmente popolarissimo, il calcio da spiaggia è arrivato in Italia quasi vent’anni fa.
Nel 1995 si sono svolti i primi campionati del mondo sulla spiaggia di Copacabana a Rio de Janeiro e tre anni più tardi, nel 1998, è stata fondata la Euro Beach Soccer League con Spagna, Italia, Francia e Portogallo quali Paesi fondatori.
La disciplina è riconosciuta dalla FIFA e si svolgono quindi campionati nazionali ed internazionali.
Tra questi, si affaccia quest’anno sulla spiaggia di San Benedetto del Tronto la 1° Euro Winners Cup (15/19 maggio): tra i partecipanti venti squadre provenienti da tutta Europa suddivise in quattro gironi, compresa la Samb Beach Soccer che cercherà di competere con i giganti del calcio da spiaggia europeo.

Il regolamento ufficiale è costituito da 18 regole (simili a quelle del calcio a cinque). Le principali sono:

  •  Si gioca su sabbia e a piedi nudi.
  •  Ogni squadra è costituita da 5 giocatori, compreso il portiere; in panchina da 3 a 5 giocatori.
  •  Diversamente dalle tre previste nel gioco del calcio vero e proprio, il numero di sostituzioni è illimitato.
  •  Gli arbitri sono due.
  •  Si giocano 3 tempi da 12 minuti ciascuno con 3 minuti di intervallo tra un tempo e l’altro.
  •  La partita non può finire in parità: si giocano tempi supplementari di 3 minuti con la regola del golden gol ed eventualmente i rigori.
  •  Le punizioni sono sempre dirette, senza barriera e può batterle soltanto chi subisce il fallo.
  •  A differenza del calcio, il portiere ha la possibilità di prendere il pallone con le mani su un retropassaggio di piede da parte di un giocatore della propria squadra.
  •  Il campo deve avere una lunghezza massima di 40 metri e minima di 34, larghezza massima di 30 metri e minima di 24.

L’appuntamento ufficiale italiano è invece promosso dalla FIGC ed è un tour estivo itinerante che tocca le varie spiagge italiane.
Le squadre sono divise in due raggruppamenti (Nord e Sud) e si scontrano in gare di sola andata. Le prime 4 di ogni gruppo si affronteranno poi per lo scudetto vero e proprio. Importante realtà del beach soccer  è l’ “Italia Beach Soccer”, rappresentativa italiana per  la Beach Soccer European Golden League, che ha visto militare nelle sue fila campioni del calibro di  Franco Baresi, Bergomi, Di Biagio, Di Canio, Evani, Ganz, Marchegiani, Nela, Tacconi e tanti altri. http://www.italiabeachsoccer.com/

 

 

 

Seguici su Twitter

  • ...loading...

Seguici su Facebook

Realizzato col contributo di...

© Mare del Piceno
Tutti i diritti riservati