Al via la 48esima edizione della Tirreno-Adriatico

Si scaldano i motori – o meglio i pedali – della “corsa dei due mari”, la competizione ciclistica Tirreno-Adriatico 2013. Giunta alla 48esima edizione, la sette giorni partirà il 6 marzo da San Vincenzo (Toscana) e si concluderà il 12 marzo, come d’abitudine, con la tappa a cronometro di San Benedetto del Tronto.
Ideata inizialmente come risposta alla Parigi-Nizza e trampolino di lancio verso la Milano-Sanremo, la Tirreno-Adriatico ha ormai raggiunto livelli agonistici degni del Giro d’Italia e rappresenta oggi uno dei trofei più prestigiosi nel palmares di ogni ciclista europeo.

La gara deve da sempre il nome alla direzione del suo percorso, quel taglio della penisola a colpi di pedali da ovest ad est: partenza da una località affacciata sul Mar Tirreno e tappa conclusiva nella riviera adriatica. Il traguardo dell’ultima manche, in particolare, è sempre avvenuto a San Benedetto del Tronto, ad eccezione della prima edizione (1966).
Ma è soprattutto dagli anni ’70 in poi la che Tirreno-Adriatica fa impazzire tutti gli appassionati, grazie ai duelli sul filo del rasoio tra Francesco Moser, Beppe Saronni e Roger De Vlaeminck, quest’ultimo primo assoluto in sei edizioni consecutive, dal ’72 al ’77.
L’albo d’oro dei vincitori si apre e si chiude con due italiani, lo storico Dino Zandegù, trionfante nel 1966, soprannominato il cantante per via delle canzonette che era solito intonare durante le pedalate più tranquille, e il messinese Vincenzo Nibali, vincitore nel 2012.

Quest’anno la competizione toccherà cinque regioni e sarà trasmessa in diretta tv in 120 paesi. I partecipanti correrrano due tappe a cronometro, due per velocisti, una per scalatori e due per scattisti, per un totale di 1.060 km.

Le tappe:
1) San Vincenzo – Donoratico (cronometro a squadre)
2) San Vincenzo – Indicatore
3) Indicatore – Narni Scalo
4) Narni – Prati di Tivo
5) Ortona – Chieti
6) Porto Sant’Elpidio
7) San Benedetto del Tronto (cronometro individuale)

 

 

Le maglie

I ciclisti più meritevoli indosseranno quattro differenti maglie a seconda del settore: quella azzurra per la classifica generale, verde per il miglior scalatore, rossa per la classifica a punti, mentre al miglior giovane andrà la maglia bianca.

Tra i partecipanti della quarantottesima edizione troviamo alcuni dei grandi nomi del ciclismo internazionale, tutti già pronti alla volata per aggiudicarsi il Tridente del Dio Nettuno e il montepremi in palio.
Il corridore nostrano Vincenzo Nibali, vincitore della scorsa edizione, dovrà difendere il titolo da campioni come lo spagnolo Alberto Contador, l’australiano Cadel Evans, il britannico Christopher Froome, il campione del mondo nel 2012, Joaquin Rodriguez, e il belga Greg Van Averamet.

Le più importanti squadre al via della 48a Tirreno-Adriatico con i rispettivi corridori di punta:
AG2R LA MONDIALE (FRA) – Nocentini, Pozzovivo
ASTANA PRO TEAM (KAZ) – Nibali, Brajkovic
BLANCO PRO CYCLING TEAM (NED) – Slagter, Boom
BMC RACING TEAM (USA) – Evans, Van Avermaet, Hushovd, Phinney
CANNONDALE PRO CYCLING (ITA) – Sagan, Moser
EUSKALTEL – EUSKADI (ESP) – Samuel Sanchez
FDJ – BIG MAT (FRA) – Casar, Fischer
GARMIN – SHARP (USA) – Farrar, Daniel Martin
KATUSHA (RUS) – Rodriguez, Paolini
LAMPRE – MERIDA (ITA) – Pozzato, Cunego
LOTTO BELISOL (BEL) – Greipel, Vanendert
MOVISTAR TEAM (ESP) – Visconti, Capecchi
MTN – QHUBEKA (RSA) – Ciolek
OMEGA PHARMA – QUICKSTEP (BEL) – Cavendish, Tony Martin
ORICA – GREENEDGE (AUS) – Goss, Tuft

Seguici su Twitter

  • ...loading...

Seguici su Facebook

Realizzato col contributo di...

© Mare del Piceno
Tutti i diritti riservati