Da dove viene il Ferragosto

Ottaviano Augusto - Imperatore dal 27 a.c. al 14 d.c.

Il termine Ferragosto deriva dal latino Feriae Augusti (riposo di Augusto). L’origine della locuzione si deve all’imperatore romano Ottaviano, proclamato Augusto, il quale nel 18 a.c. decise che l’intero mese di agosto sarebbe stato dedicato alle Feriae, ossia un riposo più prolungato del solito, in concomitanza con tutte le festività che cadevano nello stesso periodo, come ad esempio i Vinalia rustica e i Consualia. Altra importante ricorrenza di agosto era la festa di Diana, dea protettrice delle fasi lunari, del legno e della maternità.
Con la diffusione del Cristianesimo, a Diana venne presto sostituita la figura della Vergine Maria, mentre invece il principio comunemente diffuso oggi, secondo cui Maria fu assunta in cielo proprio nel giorno di Ferragosto, fu dichiarato formalmente solo nel 1950 da Papa Pio XII.La festività nacque quindi in un’ottica pagana e, come molte altre, è divenuta in seguito cristiana.
Negli ultimi secoli sono di certo cambiate culture e modi di passare questa giornata. Se in epoca romana i riti erano costituiti da banchetti, bevute ed atti sessuali entrambi enfatizzati e aperti a tutti (venivano ammessi alla festa anche le serve e gli schiavi) che duravano settimane, ora la dimensione pagana e quella religiosa convivono: ogni regione italiana conserva le sue usanze, siano esse processioni o feste popolari, come ad esempio il Palio dell’Argentario che si svolge a Porto Santo Stefano e la Giostra del Saracino di Sarteano.
Come nell’antichità, anche oggi si ferma la stragrande maggioranza dell’attività lavorativa e proprio per questo motivo Ferragosto è spesso per molti sinonimo di gite fuori porta, scampagnate o giornate di festeggiamenti e gavettoni in spiaggia.

Seguici su Twitter

  • ...loading...

Seguici su Facebook

Realizzato col contributo di...

© Mare del Piceno
Tutti i diritti riservati